Skip to main content

Le 12 domande più frequenti sui pavimenti in resina

Tutte le risposte alle domande più frequenti sui pavimenti in resina



Le 12 domande più frequenti sui pavimenti in resina

In questo articolo risponderemo alle 12 domande più frequenti che le persone che stanno approcciando i pavimenti in resina per la casa di solito si pongono.


1. Posso posare un pavimento in resina in bagno?

Un pavimento in resina sintetica senza soluzione di continuità è l'ideale e facile da mantenere in bagno. Molti pavimenti non sono adatti ad ambienti umidi come il bagno: il laminato e il parquet, per esempio, una volta bagnati tendono a gonfiarsi e sollevarsi.

La resina è un materiale molto adatto per il bagno, perché è impermeabile, facile da pulire e soprattutto non soffre l’umidità.


2. I Pavimenti in resina sono adatti per la cucina?

Anche la cucina, come il bagno, è un ambiente delicato che necessita di un pavimento adatto. In cucina infatti non c’è solo il problema dell’umidità: il pavimento della cucina è sempre a rischio di macchie, urti (anche di oggetti pesanti/caldi come pentole) e sbalzi di temperatura.

Per questo la resina è particolarmente adatta alla cucina: respinge sia l’olio che l’acqua, è facile da pulire da qualunque macchia, è molto resistente agli urti ed è completamente personalizzabile: puoi facilmente trovare una soluzione che si abbina ai tuoi mobili.


3. I Pavimenti in resina sono adatti all'esterno?

Scegliere un pavimento per gli esterni è una decisione importante: per forza di cose un pavimento posato in esterno andrà incontro ad uno stress superiore ad un pavimento posato in interno. Ecco perché, se non vuoi ritrovarti a cambiare il tuo pavimento esterno ogni quattro/cinque anni devi scegliere il materiale giusto: la resina.

Perché scegliere i pavimenti in resina per l’esterno? Ecco le tre più importanti ragioni per scegliere i pavimenti in resina per l’esterno:

  • Resistenza agli agenti atmosferici: la resina è uno dei materiali più resistenti per fare pavimenti, resiste alla pioggia, al sole (senza scolorirsi) e anche all’erosione.
  • Resistenza al calpestio: la resina è molto resistente al calpestio, per questo è adatta agli ambienti esterni, oltre che al tuo garage.
  • Personalizzazione: esistono molti materiali per i pavimenti esterni (gres, pietra…) ma nessuno è personalizzabile come la resina!


4. È possibile fare un tappeto di pietra con la resina?

Per applicare a regola d’arte un tappeto di pietra sono necessarie abilità ed esperienza. Ma una volta posato da un’azienda specializzata un pavimento in resina con tappeto di pietra è un’opera d’arte.

Non solo con la resina è possibile fare un effetto molto decorativo a tappeto di pietra, è anche possibile fare un tappeto di pietra drenante per esterni, che ti permetterà di far drenare l’acqua della pioggia direttamente nel terreno sottostante.


5. È possibile posare i pavimenti in resina su delle piastrelle?

Non solo è possibile posare un pavimento in resina su delle piastrelle, è anche uno dei lavori che qui a Il Colore facciamo più spesso! Molti nostri clienti volevano, ad esempio, rifare il bagno che era piastrellato. Per rimuovere tutte le piastrelle di pavimenti e rivestimenti possono essere necessari dai quattro ai sette giorni di lavoro, e poi si comincia a posare la resina: questo significa che una famiglia non può più utilizzare il bagno per quasi due settimane!

Ecco perché spesso noi di Il Colore proponiamo la posa della resina sopra le piastrelle: le piastrelle vengono levigate e pulite per prepararle all’adesione della resina (lavoro che impiega solitamente una mezza giornata), dopodiché viene posata la resina e in 48 ore il nuovo bagno in resina è pronto!


6. È possibile utilizzare i pavimenti in resina per il balcone?

Come nel caso dei pavimenti per esterni di cui abbiamo parlato prima (alla domanda 3 “Pavimenti in resina: sono adatti all’esterno?”) la resina è un materiale molto adatto ai pavimenti per balconi: è resistente agli agenti atmosferici, impermeabile e facile da pulire.


7. La resina può essere utilizzata per i rivestimenti?

Certo! La resina è adatta anche ad essere utilizzata come rivestimento, oltre che come pavimento. I rivestimenti in resina sono ultimamente molto di moda, soprattutto per gli ambienti industrial.


8. È possibile avere un riscaldamento a pavimento sotto i pavimenti in resina?

Un pavimento in resina ha uno spessore ridotto, dai 1 mm al minimo fino a massimo di 4 mm per i pavimenti più resistenti (come quelli del garage). Per questo la resina è particolarmente adatta al riscaldamento a pavimento: il suo spessore ridotto permette al calore di passare facilmente.

Inoltre la resina non si rovina a causa del riscaldamento a pavimento e non emana nessun tipo di esalazione chimica perché è un materiale inerte.


9. Come viene posato un pavimento in resina?

Per la posa di un pavimento in resina si procede prima di tutto a pulire la superficie accuratamente, in modo da eliminare tutte le tracce di polvere, olio o grassi. Questo per evitare che la resina aderisca in modo sconnesso e che ci siano dei problemi in futuro. Viene poi steso un primer (almeno 12 ore prima della posa del primo strato), dopo viene posato lo strato di resina che farà l’effettivo pavimento. Infine il pavimento viene rifinito con uno strato di resina trasparente protettiva.

Vuoi sapere di più su come viene posato un pavimento in resina? Leggi il nostro articolo!


10. Quali sono i tempi di asciugatura di un pavimento in resina?

Una volta finito di stendere il pavimento questo può essere calpestato da un pedone dopo solamente 24 ore. Per questo la resina è un materiale molto adatto a rinnovare la tua casa in poco tempo.

Per i pavimenti che devono essere carrabili, come garage ed esterni, è meglio calcolare 3 giorni prima di utilizzarli. O meglio, possono essere calpestati da un pedone, ma per evitare possibili deformazioni è meglio aspettare che la resina sia asciutta al 100% prima di passarci sopra con l'automobile.


11. Come viene riparato un pavimento in resina?

In base al tipo e alla gravitò del danneggiamento del tuo pavimento in resina è possibile utilizzare vari metodi per ripararlo.

Vediamo i danni più comuni e come noi di Il Colore interveniamo in questi casi:

  • Il tuo pavimento in resina si è graffiato: questo è il problema che si risolve più facilmente! Se la superficie del tuo pavimento presenta graffi sarà sufficiente un sottilissimo strato di resina trasparente posato sopra quello già esistente, in modo che il pavimento torni come nuovo.
  • Il tuo pavimento in resina ha perduto la sua lucentezza: questo danneggiamento può succedere a pavimenti che non hanno la protezione UV (noi lo raccomandiamo sempre). Hai fatto posare il tuo pavimento e te lo sei goduto per sei/sette anni, ma adesso stai notando che ha perso la lucentezza che aveva. In questo caso intervenire è molto facile, con dei macchinari appositi possiamo rimuovere solo lo strato trasparente più superficiale di pavimento e posarne uno strato di finitura.
  • Il tuo pavimento in resina presenta dei distacchi da infiltrazioni: potrebbe succedere che il tuo pavimento in resina non fosse stato isolato correttamente si sollevi, a causa di infiltrazioni d’acqua. In questo caso l’unica soluzione è rimuovere la parte di pavimento danneggiata, risolvere il problema dell’infiltrazione e ri-posare la resina. Questo intervento è molto delicato e in nessun caso deve essere fatto come fai-da-te! Siamo un’azienda specializzata in resina e abbiamo tutta l’attrezzatura per risolvere il tuo problema.
  • Il tuo pavimento in resina non è stato posato correttamente: noti delle irregolarità nel tuo pavimento in resina? Allora non è stato posato correttamente: un pavimento in resina duraturo, ha una superficie completamente piana, senza rigonfiamenti o avvallamenti. Nel caso il tuo pavimento in resina presenti queste irregolarità devi subito contattarci. Se il problema è ridotto si può rimuovere quella parte di pavimento in resina e ri-posarlo correttamente. Se il problema è esteso potrebbe essere una questione strutturale e il pavimento deve essere rimosso e posato correttamente.


12. Quanto dura un pavimento in resina?

La posa di un pavimento in resina influisce molto sulla sua durata: se la superficie su cui è stata posato era umida, non era stata pulita e sgrassata, era irregolare oppure non era stata preparata in modo corretto purtroppo il tuo pavimento in resina non durerà a lungo.

Se il tuo pavimento in resina viene invece posato da un professionista allora può durare anche vent’anni, restando completamente inalterato nella sua bellezza.


Contattaci per Rinnovare i tuoi pavimenti con la Resina!